riuso papàPagine papàcontro papàInterna papàP di papà

Giocare con papà è una goduria perché il papà è il gioco migliore che ci sia:  si usa e riusa e non si rompe (quasi)  mai! Ti sorride e ti coccola, ti svolazza nell’aria e ti  conserva i segreti. E’ perfetto per il pisolino ma anche per il bagnetto, come giostra o come rifugio  avventuroso. Ti ci appendi e ci stiracchi, ci trovi attenzioni e protezioni. Il papà insomma non finisce mai!

 

Tra le mie letture di papà in attesa non poteva  mancare questa delizia di libro illustrato che è P di papà (edito da Topipittori), un viaggio dolce e trasformista negli infiniti ruoli ed emozioni di papà. La magia è garantita dal testo  musicale di Isabel Martins e dalla matita di Bernardo Carvalho che ci mette le sagome di bimbo e papà lasciando a te quella fantasia che solo con il tuo piccolino potrà diventare realtà.

Un albo colorato e dolce come un abbraccio, di quelli che sembrano fatti solo per i bimbi ma che i grandi non smettono più di sfogliare. Bello bello,  da leggere con gli occhi all’insù.


Un commento a "Giocare con papà"

Add Comment
  1. La solita mamma

    28 marzo 2012 at 14:03

    Con questo libro i Topipittori hanno garantito la parità ai genitori.
    Dopo “31 usi per una mamma” (Salani), era giusto un “p di papà” ;)))!

Che ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *