Fare il papà in arrivo

Facile direte voi, tutto sta nel pancione della mamma e tu te ne stai panciolle sul divano per 9 beati mesi di ultima tranquillità…. beh, mica tanto dico io, e per una serie di argomentabili motivi:

 

– la traspapàrenza: i saluti, i complimenti, le congratulazioni e perfino gli abbracci quotidiani di tua mamma vanno tutti alla futura mamma e al pancione. Al papà resta il sorriso di circostanza due passi indietro e l’augurio dei mariti che hanno vissuto lo stesso (giusto per carità) trattamento. Ovviamente in tutti i corsi e gli incontri pre-qualcosa il papà viene guardato come essere altro;

 

– la santa papàzienza: e quando qualcuno vince la traspapàrenza e ti rivolge la parola ecco la stessa fissa, ripetitiva domanda con sguardo inquisizione  “Ma sei pronto?”. E tu abbozzi un qualche farfuglio imitando già il tuo futuro pargolo… (vi assicuro che c’è anche gente che risponde al posto tuo dicendo “secondo me no“… grrr… va che ci sono anche quelli che rispondono “secondo me sì“). Quanta papàzienza!

 

– la prepapàrazione: per la legge della bilancia il papà in attesa non avendo pancione a disposizione tenta di recuperare come può (non con il suo pancino, che avete pensato?) e qui scatta la sua frenesia di preparazione al lieto evento. La tentazione allo shoppping compulsivo di vestitini  ruffiani e alla lettura di libri pesantissimi (in tutti i sensi) è quotidiana;

 

– gli altripapà: parlare con gli altripapà è tutto fuori che solidarietà maschile (non esiste confermo). Durante l’attesa ti ordinano già di recuperare sonno, ti intimano di prepararti alla pulizia degli orifizi, ti raccontano avventure di inenarrabile casino… solo un raro esemplare di papà ogni tanto ti dice che sarà una figata pazzesca e che il contorno puzzolente e piangente si affronta alla grande.

 
E se la mamma è tutt’uno col pancione e tu ti chiedi che caspita succede fra quei due esserini di cui sei già innamorato (da tempi diversi ;))  ecco che tu sfoderi quello che la mamma in arrivo non potrà mai fare: il bacino al pancione eheh! Che sussurrare al pancione via ombelico è tutto mestiere e chiacchere di papà!

 

 

 


2 commenti a "Fare il papà in arrivo"

Add Comment
  1. La solita mamma

    4 aprile 2012 at 15:35

    Io avevo proibito al mio compagno (attuale marito) di ascoltare gli altri padri! Voi maschi siete peggio delle mamme: vero e proprio terrorismo “paterno”!
    Bellissimo il bacino al pancione ;)!

    • davide.nonino

      4 aprile 2012 at 15:38

      Eheh… la solita conferma 😉

Che ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *