macchina fotograficabebe

Uffa all’arrivo dell’autunno-inverno, il sole ci è andato giù in picchiata e fotografare Nicolò con la luce naturale è diventata un’impresa impossibile. Mettiamoci che il bimbo si muove (è un bimbo), l’effetto mosso è assicurato. Come fare?

 

Senz’altro non si può sparargli addosso il flash in quegli occhioni dolci, e poi anche il risultato delle foto flashate spesso non è esaltante. Smettere di fargli foto la sera? Per carità, fare foto ai propri bimbi è un diritto (e un’ossessione) del genitore post-moderno e non si discute. Inseguirlo con delle lampade e degli specchi riflettenti come i fotografi? Impraticabile… La soluzione? C’è, si chiama Professor Kobre’s Lightscoop e permette di fotografare i bambini al chiuso con risultati sorprendenti, spendendo pure poco (che di questi tempi…).

 

L’ha inventato un professore dell’Università di San Francisco che è un’autorità nel campo del fotogiornalismo e funziona così: prende la luce del flash, la riflette sulle pareti (soffitto o muri) attorno a noi, e la diffonde un po’ come succede con la luce naturale. Unico neo, bisogna essere vicini a una parete, ma è veramente un dettaglio se siamo al chiuso come siamo. Ecco un essenziale video dimostrativo che da l’idea.

 

 

Il risultato è veramente sorprendente:  la foto che vedete sopra l’ho scattata mentre facevamo il cambio pannolino a mezzo metro da Nicolò senza dargli fastidio, con un ISO 100 (manco fossi all’esterno), con tempo di esposizione 1/200 e diaframma 2.8.

 

Quanto costa? Il modello standard (super sufficiente, gli altri cambiano colore della luce essenzialmente) ha un prezzo di 29 dollari. Il problema della dogana? Risolto perché l’ho comprato su un sito tedesco che lo rivende (e che mi son tradotto con Google translate). Tra spedizione etc. con 40 euro mi è arrivato a casa in soli 3 giorni (efficienza tedesca che certi e-commerce italiani si sognano).

 

Su che macchine funziona? Su praticamente tutti i modelli di reflex e in generale su moltissimi modelli di macchine fotografiche che hanno il flash pop-up in uscita. Inoltre da poco il professore ha rilasciato un modello adatto anche alle compatte dotate di un flash di una certa potenza e che trovate sul suo sito.

 

 


6 commenti a "Come fotografare i bambini al chiuso"

Add Comment
  1. Silvio

    31 ottobre 2012 at 17:56

    Ciao Davide, mi indicheresti il sito tedesco dove lo hai acquistato?

  2. Marinella

    2 novembre 2012 at 11:54

    Buongiorno! Questa nn me la posso perdere! Quando riferirò a mio marito, amante del figlio e delle foto :-D, di questoi nuovo “aggeggio” non credo potrò impedirgli di acquistarlo, grazie per l’informazione e…Nicolò è stupendo, complimenti! (o come si dice da noi per esorcizzare il malocchio…nooo vabbè nn si può sentire una cosa del genere, mi vergogno anche di averla scritta!!: “Benedica”!).
    buon fine settimana 😉

    • Davide

      2 novembre 2012 at 13:17

      grazie mille Marinella! Eheh cosa farebbero i papà senza gadget tecnologici…

  3. Lucia

    5 novembre 2012 at 11:45

    Ahaha! Come impedire ai mariti di acquistare qualcosa di inutile? (almeno per noi!!). Belle le foto concordo, ciao ciao

    • davide.nonino

      5 novembre 2012 at 21:25

      Eheh impossibile 😉 Grazie mille Lucia

Che ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *